Attraverso i bellissimi colori del mare e dei monti Lattari, Giambattista Vico scoprì sul profilo dell’orizzonte, durante le sue meditazioni, “la Sfinge che dorme” col naso rivolto al cielo e la chioma dei capelli immersi nel mare.
punta-tresino-da-agropoli_01
La Civetta” è situata a circa 10 km da Paestum, sull’itinerario che attraverso Tresino (antica Trezenia) e Punta Licosa (antica Leucosia), porta all’antica Velia verso Palinuro. Il percorso ancora oggi, segue le orme della mitica e ricca storia della Magna Grecia.

Paestum, città di splendore ellenico del VII S.a.c., meta di richiamo della cultura internazionale, per la riscoperta del sito e dei templi di Cerere e Poseidone.
Trezenia, lungo la costa tra Agropoli e Castellabate, Civiltà preistorica, ancor prima di quella ellenica.

Veduta_di_Paestum_2010

Leucosia, di rinomata bellezza, apparve sottoforma di sirena al nautico di Ulisse durante il suo lungo ritorno ad Itaca.
Velia, città di elevata cultura greca, famosa per la scuola eleatica, fondata da Senofonte i cui primi discepoli furono Parmenide e Zenone.
Palinuro, famoso per le incontaminate acque marine e per la frastagliata bellissima costa ricca di grotte, prese il nome del nocchiero di bordo di ENEA.

Verso l’interno, le colline e i monti sono ricchi di antichi insediamenti urbani, che ancora oggi, come se il tempo non fosse passato mai, conservano intatti, usi, costumi e tradizioni. Siamo nel Parco Nazionale Del Cilento e del Vallo di Diano, patrimonio mondiale dell’umanità (UNESCO).